MAUI

Monitoraggio continuo per le Acque reflue Urbane ed Industriali per l’eco-industria.

Iniziativa realizzata a sostegno delle attività di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi.

unione europea
regione lombardia
fesr
irsa cnr
politecnico di bari

Monitoraggio acque urbane e industriali

Le attività sociali, produttive e ricreative, principalmente in ambito urbano, richiedono ed utilizzano una grande quantità di acqua.

La conseguenza diretta dell'utilizzo dell'acqua è la produzione di scarichi che, per poter essere restituiti all'ambiente, devono necessariamente essere sottoposti ad un trattamento depurativo.

Le acque reflue urbane, che in passato contenevano quasi esclusivamente sostanze biodegradabili, presentano attualmente maggiori problemi di smaltimento a causa della presenza sempre più ampia di composti chimici di origine sintetica.

Qualità delle acque e dei nostri mari

La contaminazione di fonti idriche è uno dei problemi ambientali più grandi del nostro tempo.

Il progetto MAUI punta alla realizzazione di un prodotto/processo finalizzato a:

  • verifica in tempo reale ed il monitoraggio delle emissioni civili ed industriali;

  • verifica e la sorveglianza in tempo reale ed il monitoraggio della composizione dei reflui civili ed industriali;

  • verifica in tempo reale ed il monitoraggio dei componenti in fase liquida a prevalente componente acquosa nei processi industriali e/o agricoli.

Tutti i sensori sono progettati ed implementati in modo da rispondere allo stimolo proposto da un particolare gas target. In particolare i sensori a basso costo (semiconduttore) sono di tipo non selettivo ed influenzati da un insieme di gas, seppure con sensibilità variabile.

Tale fenomeno, detto cross-sensitivity può tuttavia essere superato mediante l'applicazione di tecniche innovative, basate anche sull'applicazione contemporanea di cluster di sensori. Tutte le fasi di identificazione, creazione e realizzazione dei sensori sono state precedute da una fase di monitoraggio della qualità della matrice al fine di poter effettuare studi che hanno permesso anche di superare eventuali errori dovuti ad elevate concentrazioni di particolari sostanze o alla presenza di eventuali interferenti chimici.